the-village2.jpgM. Night Shyamalan è di sicuro il regista più interessante degli ultimi anni, Indiano di origine ma Americano a tutti gli effetti, cresce a Penn Valley in Pennsylvania e nel 1999 sbanca letteralmente i botteghini di tutto il mondo con il bellissimo Il sesto senso, il film che vorrei invece segnalare è The village (del 2004) opera che tratta della paura, la paura che ci circonda in un’epoca tanto vuota di certezze come quella nella quale viviamo.

Quando Luca G. diceva ieri sera all’incontro del Lost Group che il film in questione è un film sull’11 Settembre aveva perfettamente ragione, sappiamo tutti che questa data ha segnato in maniera indelebile la nostra memoria collettiva, quella degli americani ancora di più, da quel giorno ogni Americano e non ha provato la paura di essere colpito all’interno della propria abitazione da un nemico che credeva lontano e poco tangibile.
The village è una metafora della rappresentazione di queste paure, il villaggio in questione è circondato da creature orribili che impediscono il discernimento della verità, anche se la verità alla fine verrà a galla.
Alla sua origine e al suo fondamento c’è un mito creduto e indiscusso: al di là del limite del bosco, oltre la linea segnata dalle bandiere, c’è il Male; al di qua c’è il Bene, abitato dagli Innocenti. Così raccontano gli anziani, cui appartiene la Verità, e dunque l’Autorità. E poco importa se Verità, Autorità, Bene, Innocenza sono pagati con il dolore e con la morte dei figli. Che cosa contano le singole vite, di fronte alla necessità di vincere il Male?

Il cast è stellare, Joaquin Phoenix, Bryce Dallas Howard, William Hurt, Sigourney Weaver e Adrien Brody, la fotografia è meravigliosa e la storia intrisa di angoscia e tensione, condotta magistralmente dalla mano del regista e autore.

Trama:
Covington Pennsylvania è una tranquilla cittadina circondata da una bellissima foresta dove vivono strane creature mai viste. I cittadini di Covington sanno della loro esistenza ma vivono la loro vita. Nonostante il consiglio degli anziani del villaggio, il curioso e determinato Lucius Hunt muore dalla voglia di oltrepassare i confini e di avventurarsi nell’ignoto. A seguirlo nella sua esplorazione dell’ignoto è Ivy Walker, una bellissima ragazza cieca e in possesso di una sensibilità fuori dal comune. Ma un giorno la cittadina viene attaccata e soltanto la saggezza di un uomo designato potrà salvare Covington.