Dylan Dog n° 330 – La magnifica creatura
Quando Dylan Dog incontra Tim Barton, disegni da stato dell’arte di Gianmarco Nizzoli, stupenda di Angelo Stano, sceneggiatura non molto originale di Giancarlo Marzano ma di piacevole lettura.

La magnifica creatura del titolo è una bellissima ragazza muta che si aggira nuda per le strade di una Londra imbiancata dalla neve; ricoverata in ospedale la giovane, alla quale viene dato il nome di Neve, rivela nascondere un’esistenza fitta di misteri; Neve infatti non ha impronte digitali e nemmeno ombelico, inoltre alcuni approfonditi esami da parte dei medici dell’ospedale dimostrano come la stessa sia il frutto di un esperimento genetico illegale di clonazione umana.

Dylan Dog viene casualmente a contatto con la ragazza all’inizio della storia, si appassiona alla sua condizione affezionandosi subito alla misteriosa creatura e, quando la ragazza viene rapita, presumibilmente da scienziati senza scrupoli, si mette risolutamente alla sua ricerca.