151429b_foxcrime-whitechapel-b-carnivalfilmandtelevision.jpg

Whitechapel è una zona dell’east and di Londra, Il nome del quartiere proviene da una piccola cappella bianca dedicata alla Vergine.
Nel 1888 in questa zona Jack lo squartatore mise a segno una serie di delitti tra i più sanguinosi. Cinque vittime accertate e sei probabili, nessun colpevole…

Questa piccola introduzione per poter consigliare una miniserie tv britannica (strano vero?) a dir poco straordinaria, sei apisodi distribuiti in due stagioni, 2009 e 2010. Sembra che gli inglesi amino molto il formato in tre puntate, anche la bellissima serie su Sherlock Holmes della BBC è in tre episodi ed è stato un enorme successo e probabilmente verrà bissato dalla seconda stagione in onda il prossimo autunno (ricordo che Martin Freeman, Watson, sarà il prossimo Bilbo Baggins in Lo Hobbit di Peter Jackson).

In Whitechapel non siamo però nel 19° secolo, al tempo di Jack Lo Squartatore il tutto accade ora, nel presente.
Assegnati al caso sono: Chandler, detective novizio nelle inchieste di omicidio; il cinico Sergente Ray Miles, detective avviato al pensionamento ed infine Edward Buchan, esperto di ‘Ripperologist’, ovvero esperto di Jack lo squartatore e dei suoi crimini. Chandler e i suoi partner riusciranno là dove nessuno riuscì 100 anni prima.

Nella seconda stagione il detective Chandler torna ad indagare sulle strade di Withechapel, quando un corpo mutilato viene ritrovato nel Tamigi. Questa volta dovrà affrontare gli emulatori di due gangster degli anni Sessanta; gangster che governavano l’East End di Londra tramite la criminalità organizzata, portando l’omicidio e la violenza per le strade di Whitechapel: i gemelli Kray, detti i “gemelli terribili”.