Inizio subito dicendo che questo Doctor Strange è un gran del film grazie anche al cast enorme: Benedict Cumberbatch, Chiwetel Ejiofor, Mads Mikkelsen, Rachel McAdams e Tilda Swinton!
Interessante è vedere la nascita di un eroe dalle mille sfaccettature e anche dal grande ego, Benedict Cumberbatch è perfetto nell’impersonare un Doctor Strange conscio delle proprie personalità.
Fantastico è stato riconoscere Interstellar Overdrive dei Pink Floyd all’interno di una colonna sonora molto psichedelica. Effetti speciali da stato dell’arte.

Trama
Stephen Strange è un neurochirurgo dal talento straordinario e dall’ego smisurato. Incapace di accontentarsi di salvare delle singole vite, ambisce a qualcosa che vada oltre e che rivoluzioni la medicina conosciuta. Dopo un grave incidente d’auto perde l’uso delle terminazioni nervose delle mani e quindi la possibilità di intraprendere il proprio lavoro. Strange non accetta la sua nuova condizione e si spinge fino in Nepal in cerca di una cura misteriosa. A Katmandu scoprirà dei segreti che vanno ben oltre quelli spiegabili con la sola scienza.