Stati Uniti, anni ’50. Ray Kroc, venditore di frullatori per i luoghi di ristorazione dallo scarso successo, si imbatte nei fratelli Mac e Dick McDonald che hanno avviato una redditizia vendita di hamburger a San Bernardino nel Sud della California. Kroc comprende subito che si tratta di un metodo innovativo di preparazione, cottura e vendita al minuto di un alimento molto richiesto, considerato l’alto numero di clienti che si affollano davanti al chiosco. Si dà così subito da fare per avviare un franchising. Ma non si ferma lì.

Dopo Social Network, il film sul fondatore di Facebook Mark Zuckerberg e The master che molti hanno visto come un riferimento a Ron Hubbard fondatore di Scientology ecco The fonder, Ray Kroc passato alla storia come fondatore di McDonald’s, fondatore di un impero basato sull’hamburger, soldi a palate facendo leva sullo spirito di corpo dei primi affiliati, quasi una setta, reclutata nei circoli massonici. Ray Kroc è passato alla storia anche come un grande filantropo ma quello che racconta questo film è quello che molti non sapevano e cioè che questo pacioso, nella realtà, americano ha distrutto la vita dei fratelli MacDonald veri inventori del rivoluzionario sistema fast food che si videro portare via persino il nome. Che grande paese è l’America.