Civiltà perduta di David Grann, Corbaccio

«Pieno di suspense, entusiasmante come un thriller al cinema, Civiltà perduta è una biografia, una detective story e un reportage avventuroso alla Bruce Chatwin allo stesso tempo
Michiko Kakutani – The New York Times

«Avventuroso, irresistibile, una lettura che inchioda.» John Grisham

Da questo libro è stato tratto il film di James Grey attualmente nei cinema, sulle orme de L’uomo che volle farsi re e le Montagne della luna!

Percy Harrison Fawcett è la versione british di Indiana Jones: altrettanto spericolato, ma baffuto e con l’elmetto. All’inizio del Novecento, questa ex spia per conto del governo di Sua Maestà si trasforma in un eccezionale esploratore e compie una serie di incredibili spedizioni nel cuore dell’Amazzonia, ossessionato dalla ricerca dei resti di una civiltà sconosciuta, per secoli identificata con il mitico El Dorado. Si imbatte in tribù armate di frecce avvelenate, combatte contro coccodrilli, giaguari, piraña, anaconda e insetti mortali. Nel 1925, durante l’ultima missione, scompare. Letteralmente. Nessuno saprà cosa ne è stato di lui. Molte spedizioni si sono susseguite, invano, alla ricerca dei suoi resti. Nessuna però è stata raccontata come questa di David Grann, giornalista pantofolaio, che decide di partire per l’Amazzonia per ripercorrere le tracce dell’ultimo, grande, esploratore vittoriano. E che dalla sua avventura ha tirato fuori un libro straordinario, ora diventato un grande film con un cast d’eccezione.