Paolo Marzola, new media designer, nerd anni ’80, studioso di storia del cinema, della vita e delle opere di Tolkien, appassionato lettore, amante del Rinascimento fiorentino, della buona musica e blogger de L’evasione del prigioniero dall’agosto 2007, in piena era Lost ma come blogger ero già presente dal 1999 attraverso una piattaforma dedicata all’Irlanda, la mia patria dell’anima.

L’evasione del prigioniero nasce essenzialmente dall’esigenza di tenere uno storico delle mie passioni culturali, una cronologia dei libri, film, serie tv, fumetti visti o letti che mi sono piaciuti e che quindi consiglio caldamente. In un’epoca come questa dove la figura del nerd e le sue passioni sono passate dall’essere di nicchia all’essere mainstream grazie all’enorme successo di serie tv come The big bang theory o Stranger Things ho pensato che potesse interessare l’opinione di chi nell’anno 1977 rimaneva letteralmente folgorato dalla visione di Guerre Stellari, una meravigliosa esperienza multisensoriale che è stata solo l’inizio del mio apprendistato nerd. Posso infatti dire di essere cresciuto negli anni ’80 a pane, Commodore 64 e fantascienza. Il “fantastico” mi è entrato così nel sangue in tutte le più svariate forme di espressione dai film ai libri passando per i fumetti, le serie tv e i videogame. Ho ricordato in questo post come l’anno 1982 sia stato fondamentale (1982 l’anno che divenni un nerd).


I miei autori preferiti preferiti sono JRR Tolkien, Jorge Luis Borges, Philip K. Dick, Gilbert Keith Chesterton, Oriana Fallaci, Giovanni Guareschi, Frank Herbert, Arthur Conan Doyle, Howard Phillips Lovecraft e Cormac McCarthy tra i classici mentre tra le nuove generazioni adoro Glenn Cooper, Stephen King, David Mitchell, Orson Scott Card e Haruki Murakami.

Nel cinema oltre ad amare i grandi del passato come Billy Wilder, Frank Capra, John Ford, Alfred Hitchcock, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa, Stanley Kubrick, Howard Hawks, John Huston, Orson Welles, Peter Bogdanovich, David Lynch ho una sconfinata passione per Steven Spielberg, Joel e Ethan Coen, Martin Scorsese, Woody Allen, Christopher Nolan, Denis Villeneuve, M. Night Shyamalan, Quentin Tarantino, Jim Jarmusch e David Fincher di cui aspetto ogni uscita con trepidazione.

In fatto di musica e i miei preferiti sono U2, Bruce Springsteen, Pink Floyd, R.E.M., Depeche Mode, Radiohead, Sigur Rós e Soulsavers.

L’evasione del prigioniero non va confusa con la fuga del disertore, la fantasia è una naturale attività umana, la quale certamente non distrugge e neppure reca offesa alla ragione
J.R.R. Tolkien

Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio.
Samuel Beckett

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza periodicità predefinita. Le immagini e i marchi sono © dei legittimi proprietari e sono inseriti al solo scopo informativo.